iure sanguinis

Cittadinanza iure sanguinis? Dieci anni in lista d’attesa presso i Consolati italiani in Brasile

Pubblicato il Pubblicato in Cittadinanza/Apolidia, Giustizia, Immigrazione

Il sottotitolo potrebbe essere: “Del Belpaese, delle sue inefficienze e di chi le paga”, perchè parliamo di nuovo di cittadinanza, questa volta per discendenza. Il discendente di cittadino italiano è a sua volta cittadino italiano (se l’avo non si ha ottenuto la naturalizzazione in altro stato e se non c’è interruzione nella trasmissione della cittadinanza […]

Separazione e divorzio: per la Cassazione Berlusconi paga, l’ex ministro Grilli no. Una sentenza contra personam?

Pubblicato il Pubblicato in Giustizia

Dopo nemmeno una settimana dalla sentenza della Corte di Cassazione che “cambia” le regole sull’assegno di mantenimento all’ex coniuge in caso di divorzio, la stessa Corte nega la modifica dell’assegno che l’ex Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, deve all’ex moglie per il periodo di separazione. L’interessato grida all’ennesima sentenza contra personam, ma siamo certi che […]

Il legislatore cialtrone: dalla lotta ai portoghesi del bus al telemarketing selvaggio, gli errori delle leggi “un tanto al chilo”

Pubblicato il Pubblicato in Giustizia

Già fare le leggi non è un mestiere semplice, perché ogni norma disciplina una situazione astratta, e la realtà è sempre più complessa. In più i nostri parlamentari sottovalutano l’attività di produzione legislativa, motivo per cui siedono in Parlamento.  L’ultimo caso è quello del telemarketing selvaggio, che il ddl concorrenza da poco licenziato dal Senato […]

500 euro

Bonus diciottenni: 500 euro e la fedina penale compromessa. Continuiamo a sbagliare

Pubblicato il Pubblicato in Consumatori, Diritto penale, Fisco, Giustizia

Era fine novembre 2015, poco dopo gli attentati di Parigi. L’allora premier Renzi prometteva di combattere il terrorismo con la cultura e annunciava un bonus di 500 euro per tutti i diciottenni. Ad un anno dal proclama e a due mesi dal “taglio del nastro”, apprendiamo dalla stampa che esiste un mercato nero dei bonus […]

apolide

Apolidia. Permesso di soggiorno provvisorio per l’apolide di fatto

Pubblicato il Pubblicato in Cittadinanza/Apolidia, Giustizia, Immigrazione, Ingresso e soggiorno

L’apolide di fatto straniero che agisce in giudizio per il riconoscimento del proprio status ha diritto ad un permesso di soggiorno provvisorio La legge italiana tutela gli apolidi, riconoscendo loro gli stessi diritti attribuiti ai rifugiati politici (documenti di identità,  permesso di soggiorno, lavoro, assistenza sanitaria, previdenza sociale, possibilità di chiedere la cittadinanza italiana dopo […]

lungarno diaz

Firenze – porta telematica Lungarno Diaz. Tribunale di Firenze: multe illegittime

Pubblicato il Pubblicato in Consumatori, Giustizia

La fantasiosa selva di cartelli segnaletici apposti accanto alla porta telematica di Lungarno Diaz, sospesa a metà tra una corsia preferenziale riservata ai mezzi pubblici – con numerose deroghe – e un accesso a ZTL, ha mietuto molte vittime, per lo più fra i titolari di attività economiche e piccoli artigiani con permesso di accesso […]

Trenitalia

Furto in vagone letto: Trenitalia e la società che gestisce il servizio devono risarcire il danno

Pubblicato il Pubblicato in Consumatori, Giustizia, Servizi e contratti

  Trenitalia e la società esterna che gestisce il servizio di vagone letto sono entrambe responsabili per i furti avvenuti nelle carrozze letto per omessa vigilanza. E’ quanto stabilito dalla Corte di Cassazione, che si è pronunciata nel caso di una signora che viaggiava su un treno notte, in una carrozza letto nella quale si era chiusa […]

bonus bebè

Bonus bebè 2005/2006. Il Ministero riparte alla carica chiedendo il pagamento di sanzioni prescritte

Pubblicato il Pubblicato in Giustizia, Immigrazione, Integrazione e diritti sociali

A distanza di dieci anni torniamo a parlare di bonus bebè. Il Ministero delle Finanze sta chiedendo il pagamento delle sanzioni amministrative per chi – nella confusione creata dall’amministrazione stessa – l’aveva indebitamente percepito.   Molti ricorderanno l’infausta vicenda del bonus bebè di 1.000 euro, previsto dalla finanziaria 2006 per i bambini nati nel 2005/2006 […]

onore

Brutto e disonesto gay italiano di m… L’onore e il decoro ai tempi di Facebook

Pubblicato il Pubblicato in Giustizia, Libertà di espressione online

  Se litigando con qualcuno gli facessi una linguaccia e lo chiamassi disonesto sarei condannata per la linguaccia e assolta per il “disonesto”. Piu’ difficile capire se potrei essere condannata per aver mandato a quel paese qualcuno (se Paese lo scrivo con la P maiuscola e’ vilipendio?), visto che la Cassazione sul vaffanculo cambia spesso […]

Volkswagen

Volkswagen, risarcimento danni e informazione. Ma quale class action mondiale…

Pubblicato il Pubblicato in Class action, Consumatori, Giustizia

Si fa un gran parlare in questi giorni della scandalo Volkswagen e delle class action nazionali, continentali e addirittura planetarie, pronte ai blocchi di partenza se non gia’ iniziate (circa 80 class action gia’ partite…. class action in 22 Paesi… ecc. ecc., class action europea… sia chiaro, la class action europea NON esiste). Piu’ che […]

azione di classe

Azione di classe. E’ la volta buona?

Pubblicato il Pubblicato in Class action, Giustizia

Abbiamo diffidato dell’azione di classe sin dalla sua introduzione ritenendo che fosse un’arma spuntata, uno specchietto per allodole – piu’ che altro – per dar l’idea di aver introdotto l’azione di classe senza farlo davvero, senza che potesse avere una reale efficacia, un impatto favorevole e concreto sullo squilibrato rapporto fra consumatore e aziende. Da allora […]

Giustizia? Per i ricchi! Gli aumenti del contributo unificato e la nuova funzione sanzionatoria

Pubblicato il Pubblicato in Consumatori, Giustizia

Aumenta nuovamente il contributo unificato e assistiamo ormai da anni ad una graduale “riforma” della giustizia che passa dalle (e pesca nelle) tasche degli italiani. Il modo migliore che il legislatore italiano e’ riuscito a trovare per decongestionare i tribunali e’ inibirne l’accesso, rendere antieconomico il processo e – dunque – negare ai cittadini l’accesso […]

Immigrazione. Ritardi e silenzi della Questura: condanna del TAR Toscana

Pubblicato il Pubblicato in Giustizia, Immigrazione, Ingresso e soggiorno, Integrazione e diritti sociali

Il Tribunale amministrativo regionale della Toscana ha condannato la Questura di Firenze, colpevole di aver fatto attendere un cittadino straniero per un anno e mezzo senza avere risposta sulla sorte del suo permesso di soggiorno. Ci eravamo gia’ occupati della vicenda: il signor X, cittadino giapponese, ha chiesto il rilascio del permesso di soggiorno il […]

mediazione

La nuova mediazione obbligatoria. Come decongestionare il sistema giustizia aumentando i costi per i cittadini

Pubblicato il Pubblicato in Consumatori, Giustizia

Il decreto legislativo n. 28 del 4 marzo 2010 disciplina la mediazione delle controversie, detta i criteri di abilitazione degli organismi conciliatori pubblici e privati, lo svolgimento della mediazione, le conseguenze giuridiche e i rapporti con i processi giurisdizionali. Al di la’ dei diversi aspetti tecnici del decreto, una delle circostanze di maggior interesse per […]

Crocifisso nelle scuole. Quello che la sentenza di Strasburgo NON dice

Pubblicato il Pubblicato in Giustizia

Sia ben chiaro, nessuno ha chiesto all’Italia di togliere il crocifisso nelle scuole. La sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU) non attacca la religione cattolica, non impone all’Italia di togliere il crocefisso dalle aule scolastiche, non nega identita’ culturale e storia all’Italia, ne’ snatura l’identita’ cristiana dell’Europa. La Corte prende “solo” atto della discrasia […]

bonus bebè

Immigrati e bonus bebè. Vademecum per difendersi

Pubblicato il Pubblicato in Giustizia

La vicenda dei bonus bebè risale all’inizio del 2006, quando nella legge finanziaria il Governo stanzio’ 1000 euro per i neonati italiani e comunitari. La lettera di “invito” del Presidente del Consiglio a ritirare il bonus fu spedita per errore a migliaia di famiglie di cittadini stranieri, che si presentarono alle Poste per ritirare questo […]